Una generazione irrisolta

Recentemente un amico ha svoltato decina e questo mi ha portato nuovamente a riflettere su cosa comporta questa transizione.
Ultimamente ho trascurato il blog collezionando idee per 33giri, sento però che questa riflessione stia meglio qui e quindi la condivido con voi.
Penso che il passaggio ai trent’anni comporti principalmente l’ultima opportunità per risolversi. Credo infatti che se a venti ci sia ancora concesso essere inquieti e in qualche modo sfocati a trenta occorra imparare a conoscersi realmente. Questo non significa che la vita smetterà di sorprenderci e sfidarci ma bisogna saper affrontare il quotidiano essendo innanzitutto onesti con noi stessi.
Per questo mi rammarico quando vedo intorno a me trentenni che ancora si giustificano, cercano attenuanti per certi loro modi di essere o di fare, evitando così di assumersi responsabilità.
Talvolta però mi sembra di essere una delle poche a pensarla così e mi sorge il dubbio di far parte di una generazione irrisolta. Voi come vi sentite?